• Amministratore
  •  
    In previsione dell'ultima serata del KKC, sono aperte le scommesse su ARM WebTip! Tempo limite 21.45 del 28 Maggio 2018
     

 

 

 

RC Revenge Pro

Moderatore: Michelangelo

Rispondi
Avatar utente
AngelS93

La prova del Minotauro
Utente
Messaggi: 813
Iscritto il: lun 5 ott 2015, 20:47
Medaglie: 1
Località: Modugno (BA)

RC Revenge Pro

Messaggio da AngelS93 » mar 10 apr 2018, 21:56

RC Revenge Pro è un porting aggiornato del titolo RC Revenge, di cui vi abbiamo già parlato nelle scorse settimane. È stato pubblicato tra dicembre e giugno 2001 in EU, USA e Giappone sempre dalla ormai nota Acclaim Entertainment.
Essendo il gioco sostanzialmente similare nella veste grafica e nelle voci dei menu, per ragioni pratiche saranno esposte di seguito le principali differenze, in larga parte migliorative, con il videogioco omologo per PS1 dell’anno precedente.

GENERALI E GAMEPLAY

398 399

Il menu principale, a dispetto della schermata iniziale quasi identica, mostra delle novità per quanto riguarda le schermate di selezione: è stato infatti eliminato il tendone per la scelta delle auto, così come quello per le piste dell’editor, e ciò rende l’avvicinamento alla gara senz'altro più rapido e leggermente meno macchinoso.

400

La schermata di caricamento del gioco tra i menu e la gara non vede più mostrata la griglia di partenza, bensì un'auto (o barca, in base al tipo di veicolo selezionato) che percorre un giro ciclicamente sempre uguale su uno sfondo a scacchi, su cui sono presenti a loro volta anche il titolo del gioco e la scritta "loading".

Le modalità di gioco sono sempre le classiche quattro: gara singola, time trial, campionato e multiplayer in split screen.
Nelle impostazioni di gioco si osservano pochi cambiamenti, se si eccettua uno in particolare: nelle modalità gara singola e time trial (ma non nel campionato) è possibile attivare un indicatore della direzione di marcia, consistente in un puntino luminoso di colore violetto che parte dall'auto e si protende in avanti lungo la direzione da seguire, utile soprattutto per i principianti.

LE AUTO

401 402

Il numero di auto è stato incrementato rispetto alla versione del gioco per PS1: queste sono in totale diciannove, di cui nove starter e dieci sbloccabili. È stata prevedibilmente mantenuta la duplicità auto-barca, con tutto ciò che ne deriva.
Anche i veicoli hanno beneficiato delle aggiunte grafiche del gioco: sia per i veicoli di terra, sia per i natanti sono ora visibili nuovi dettagli esteriori, che tuttavia non influenzano le prestazioni in pista.

LE PISTE

403

Rispetto a RC Revenge, ai cinque mondi preesistenti ne viene aggiunto uno nuovo: si tratta di Pirate World, ambientato in un’imprecisata fortezza circondata dalle acque, per un totale di quattro piste aggiuntive.

404

Nuovamente teatro dei molteplici duelli in pista, queste sono ora visibilmente abbellite dal punto di vista grafico, con nuove e variegate animazioni pronte ad immergere il giocatore in un’esperienza di corsa ancora più coinvolgente! La maggior parte di esse ha una mera finalità scenografica e non intralcia il tragitto del giocatore, ma non mancano ostacoli veri e propri come i fastidiosi tornado della pista “Calamity Canyon” (nella foto in alto).

405

Tra le creature animate, numerosi animali possono essere avvistati durante il transito: delfini e squali nelle piste acquatiche, granchietti rossi, topi e non solo; tali apparizioni risultano comunque inoffensive per i veicoli. Variabili sono anche le condizioni ambientali: è talvolta possibile imbattersi in percorsi bagnati dalla pioggia, con tanto di pozze d’acqua sul terreno.
Infine in alcuni tracciati, specialmente in quelli del mondo Planet Adventure, un buon numero di accessi in precedenza liberi è stato dotato di porte ad apertura intermittente, che si aprono durante il transito del giocatore: ciò non dovrebbe rappresentare un problema, tuttavia occorre prestare molta attenzione per evitare di far confusione e sbagliare strada.


I BONUS

406 407

Le tipologie di potenziatori esistenti non variano dalla precedente versione, così come gli oggetti da raccogliere sulla pista rimangono sempre i quadrati azzurri con il punto interrogativo al centro.
Cambia invece l’icona associata, e per alcune di esse anche la conformazione esteriore una volta attivati: lo scudo, ad esempio, non si presenta più con la caratteristica aura verde semisferica attorno al veicolo, ma con un “imbiancamento” temporaneo della sua livrea (come nella foto in alto a destra).


MUSICA ED EFFETTI

La musica rimane pressoché immutata rispetto a quella già ascoltata nella corrispondente versione per PS1, se si eccettuano le aggiunte dovute al nuovo mondo introdotto. Le innovazioni grafiche hanno inoltre indirettamente ampliato la gamma degli effetti audio, ma non al punto da stravolgerla: solo l’orecchio esperto del giocatore potrà permettere di individuare tali aggiunte sonore.

GRAFICA

408

Sicuramente l’attrice protagonista in questa rivisitazione del gioco per la seconda versione della nota console della Sony. Le varie migliorie in tale aspetto del gioco si stagliano in un contesto con poche aggiunte nelle funzioni e modalità di gioco, e per tale motivo risaltano ancora di più. Dallo scorrimento nei menu principali passando per gli scenari delle piste, il giocatore non potrà fare a meno di accorgersi che qualcosa è cambiato, e si sentirà catturato in un’esperienza di guida ancora più coinvolgente: ogni metro che egli percorrerà sarà ricco di colpi d'occhio notevoli, come se stesse contemplando in prima persona un set cinematografico!


EDITOR DI PISTE

409

Il track editor ovviamente si ripresenta anche in questa versione, ed è accessibile sin dalla prima schermata: come già detto non troverete però il solito tendone, in favore di un imponente cantiere in azione con tanto di gru, sicuramente di maggiore impatto visivo. Le funzionalità non variano in maniera sostanziale: è presente la possibilità di generare piste casuali ed anche i pezzi da utilizzare sono gli stessi; tuttavia, si aggiunge la possibilità di adattare non solo la musica ad uno dei sei mondi, ma anche lo scenario di fondo del tracciato creato.
Classe '93, studente di Economia e appassionato di Re-Volt di lunga data

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite