[+/-]
Le Interviste Di THE B! - Marco Repainter »  Mostra messaggi da    a     

Alias Re-Volt Master


ARM Magazine - Le Interviste Di THE B! - Marco Repainter



THE_B [ Ven 27 Ott, 2017 17:27 ]
Oggetto: Le Interviste Di THE B! - Marco Repainter
Intervista del 27 ottobre da THE B! a Marco repainter

TB: Oggi intervisto mio fratello, nonchè repaintatore ufficiale di ARM insieme a Kratos. Ciao Reppete.
MR: Ciao THE BBBBBBBBBB!!!! (con pacca sulla spalla)

TB: Un nick, un fatto!
MR: Modestly . No vabbé, il nome lo scelsi proprio perché, dato che mi ero cimentato nel repaintaggio delle parti di texture di Re-Volt, la cosa mi piaceva molto e scelsi di attribuirmi questo nickname.

TB: Come hai scoperto il gioco Re-Volt?
MR: Una storia se vogliamo divisa in due parti: la prima parte è la scoperta vera e propria del gioco, la seconda è la ri-scoperta del gioco che ha sfociato nella scoperta di ARM allo stesso tempo.

Parte prima
Se non erro dovrebbe essere stato l’anno 2012 ovvero quando andavo in secondo superiore. Frequentando il Geometri, era ovvio che ci improntavamo verso l’AutoCAD, andando così spesso in Aula CAD. Fatto sta che in quell’anno c’era stato qualche ragazzo del quinto che aveva messo su tutti i computer di questa aula una cartella (che stava dentro la cartella “Immagini") contenente una marea di giochi, dai Flash Player a quelli a cui serviva la registrazione di un account per poterli scaricare (cosa che lui aveva fatto). Ve ne cito qualcuno: tutti quelli di Yeti Sport, poi Guerra Ufficio, Ominidi, Stickman Fighter (quello originale, non quelli fake del Play Store), N-Ball, N (ovvero il gioco del ninja coi livelli) e tanti altri. Per finire in cima alla lista c’era una cartella di nome Re-Volt. Trovandomi in aula CAD (dove i giochi erano proibiti aprirli durante le lezioni) aprii tutti i giochi per vedere di cosa trattavano, dato che fortunatamente si aprivano tutti ad icona e quindi potevo rimpicciolirli per non farli vedere ad “occhi indiscreti” . Quando toccò a Re-Volt però mi si aprì a schermo intero. Per evitare così di essere sgamato, appena visto lo schermo intero nero, cliccai su Alt F4 ma lo schermo rimaneva nero. Allora ero passato a “Gestione attività” forzando la chiusura del gioco (ripeto che tale manovra era per evitare di essere sgamato). Così, presa la pennetta, caricai tutti i giochi lì dentro per poterli provare meglio a casa.
Arrivato a casa, mi tuffati sul gioco che poco prima a scuola non ero riuscito a vedere. E poi niente, ci ho passato sopra tutto il tempo (ahhh, che bello quando cominciavi TT1 con la stella alla partenza… :rolled: ). Iniziai così ad esplorarlo e a completarlo. Purtroppo però arrivato alla fine del Campionato Re-Volt Master il gioco mi crashava durante il caricamento dei “titoli di coda" finali. Ripetei il campionato una decina di volte ma sempre con lo stesso risultato. Solo più tardi scoprii che il nome della sub cartella dove si trovava il gioco aveva il nome “Re-Volt” e non “re volt” (sembra impossibile e invece era proprio per questo che mi crashava). Appena era comparsa la scritta che avevo sbloccato altre auto, esultai come non mai . Rimasi a girarci per qualche mese, ma a giocare contro il computer alla fine mi ero stufato. Lasciai così Re-Volt (aprendolo ogni tanto per girare su qualche pista, fino a non aprirlo più) per passare ad altro, ovvero Good Game Empire nel 2013 e 2014.

Parte seconda
Dopo tutto quel tempo, alla fine mi ero un pò stufato di GG Empire, è ciò era dovuto alla semi-rottura del Clan dove mi trovavo, a causa dell’abbandono di alcuni player presenti in esso fin dall’inizio e a cui avevo legato benissimo in gioco (tanto che dopo 6 mesi circa dal mio arrivo divenni il nuovo leader) con conseguente trasformazione in Accademia e passaggio degli utenti veterani (me compreso) sul clan a cui venne appoggiato il mio. Insomma, mi sentivo un deportato su un terreno altrui.
Fatto sta che alla fine cercai un nuovo gioco che mi poteva ridare un pò di “vitalità" in questo senso. Fu così che vagando tra le varie cartelle della mia cartella personale dentro il computer trovai quella con la scritta “giochi”. Mi misi ad aprire i vari giochi, ricordandomi così che tra essi ce n’era uno che mi aveva piaciuto più di tutti. Senza indugio quindi avviai Re-Volt e dopo averci girato sopra un pò di tempo mi avventurai nelle cartelle del gioco dove scoprii i file dentro le cartelle levels e cars. Così presi i file bmp e iniziai a ricolorare tutto su Paint, col pennarello, con la bomboletta spray e col secchiello. E a me piaceva, entravo dentro Re-Volt e giocavo immerso nei livelli così modificati notando così tutte le modifiche che avevo fatto. Fortunatamente avevo ancora il file zip con dentro il gioco originale, per cui lo estrapola, tenendomi una copia originale pronta all’uso. É stato in quel momento che nacque la mia passione per i repaint. Repaintai i file .bmp dentro le cartelle levels per poi passare alle auto. (qualcosa di questo Re-Volt ai giorni d’oggi mi è rimasta in qualche cartella del computer, mentre le altre sono sparite non so come :piango: ). Modificai in particolare Toyeca e la provai in gioco, ma più correvo e più mi domandavo: “É mai possibile che i colori che ho messo io vanno e vengono?” Dato che quell’anno avevamo internet ne approfittai subito per fare una ricerca su Google. E da qui, si passa alla domanda successiva.

TB: E il sito Alias Re-Volt Master?
MR: Ecco appunto . Come sopra scritto, cercavo un modo per far rimanere attaccato il mio repaint all’auto. Tra i vari link me ne uscì uno che riguardava proprio i repaint delle vetture di Re-Volt e l’indirizzo portava direttamente ad ARM. Appena ebbi finito di leggere, quasi ansimante andai a creare il file .bmq del file .bmp della mia toyeca per poi andare a vedere la modifica in gioco. Esultai un bel pò per quella “conquista" ed ero talmente felice che volevo ringraziare direttamente il Sito per avermi aiutato in questa ricerca. Quindi mi iscrissi al forum per poi presentarmi alla community e mostrare tutta la mia gratitudine per i tutorial (dato che avevo cominciato a leggere anche quelli riguardanti i parametri, track zone e altre cose concernenti le piste). Cito infine questa frase direttamente dal mio post di presentazione:
Citazione:
Sono strafelice di essermi iscritto al sito e condividere questa esperienza del game con voi!

Dall’euforia lo dissi anche a THE B! (e lui se lo ricorda bene penso), dicendogli che avevo infine trovato un sito dove c’era scritto il tutorial per il repaintaggio, informandolo della mia iscrizione al forum. E ti pareva che qualche tempo dopo pure lui non si iscriveva al forum? La cosa bella è che cercò di “tenermi nascosto” la sua iscrizione per delle settimane. Ovviamente, appena lessi il nome THE B!, capìì fin da subito che si trattava di mio fratello, e questo per il fatto di chiamarsi con quel nickname che OVVIAMENTE aveva a che fare con i nomi con cui ci chiamavamo ogni tanto tra noi (anche se poi ammise della sua identità molto tempo dopo ). Della serie: meme con Genius . Ne fui comunque contento, dopotutto avere anche lui iscritto al forum e condividere la stessa passione per Re-Volt era una gran cosa .
Di sicuro mai avrei pensato che cosa avrebbe significato per me il momento in cui mi sono iscritto, ma più ci penso e più sono contento di aver fatto questa scelta .
Più di tutti però vorrei ringraziare quel ragazzo del quinto che mise tutti quei giochi sui computer dell’Aula CAD. Se non fosse stato per lui, io non sarei qui a parlare con voi, ragazzi. Comunque forse conosco un modo per rintracciarlo, perché ricordo che sulla sua iscrizione ad uno dei giochi da lui scaricati ci stava il suo nome e cognome. Forse (e dico forse) riesco a rintraccirlo per ringraziarlo a dovere e magari a portarlo su ARM, non si sa mai (sempre se non ci sta già e/o è uno degli utenti inattivi).

TB: Parliamo del gioco: la tua auto preferita e perchè.
MR: Di quelle principianti mi è sempre piaciuto il Dottor Grudge per la sua velocità e buona guidabilità, anche se in questi tempi sto iniziando a preferire la Volken Turbo. Invece per quelle avanzate ho sempre preferito la Cougar per via della performance nei vari tracciati, anche se esteticamente vado pazzo per l’Humma. Adeon invece è la ciliegina sulla torta, se così vogliamo chiamarla (non a caso è rossa ). Grazie ai repaint basati su di lei ho imparato ad andarci d’accordo in tutto, per cui sì, posso dire che è un'altra che preferisco.

TB: Come te la cavi in pista?
MR: MAH. Su questo aspetto c’è da dire moooolte cose, ma sarò riassuntivo: nei periodi in cui corro spesso riesco a tenere traiettorie veramente ottime, nei periodi in cui corro meno invece sono mediamente bravo (in generale, prendo spigoli di ogni tipo quando corro poco ). Poi ci sta il fattore . Basta sentire tutti coloro che hanno gareggiato con me per farsene un’idea. Ai tempi della Cricca del Pomeriggio andavo forte per le stelle random (non a caso Gigi mi ha dedicato l’Anti Repainter, un’auto davvero stupenda ); di questi tempi invece mi capitano di più scosse e batterie-turbo (ma anche random, considera che in una RRN me ne sono capitate 3, una roba… ). Di certo è che, nonostante questi eventi fortuiti, poche volte riesco ad ottenere il primo posto in una RRN .

TB: Preferisci SI Bonus o NO Bonus?
MR: Domanda retorica? Avanti con la prossima.
Ahhahahah, scherzo . In realtà ho sempre preferito le Sì bonus, le ho sempre trovate come lo spirito di Re-Volt, che rende la competizione diversa, colorita e non di meno accesa, molto accesa . Non mi è mai piaciuto fare le No Bonus, un pò perchè le ho sempre trovate un pò piatte in cui devi correre… e nient’altro, fai attenzione a non beccare gli spigoli e a fare bene le traiettorie. Un pò perchè quando mi sono iscritto, ovvero nel tempo dei cambiamenti significativi del Multiplayer online per ARM (con l’introduzione della Scassa VPN, piccola nota), mi sono trovato a gareggiare in alcune RRN anche No Bonus contro i più incalliti ARMiani della corsa online (che più tardi ho soprannominato “Il trio DeLorian"): Michelangelo, Drakan e Lory. Non riuscivo ad andare bene in nessuna gara e quando l’RRN era finita, me ne tornavo a letto un pò angustiato, dato che le correvamo di sera dopo cena (non ve la prendete ma a quei tempi era così ). Quindi provai a fare qualche prova a tempo e a mettere qualche ladder, ma anche in quel caso le cose non miglioravano, per cui trovai le Sì Bonus come l’unica àncora di riscatto, per provare quanto meno a raggiungerli e a provare il gusto del combattimento in pista.
Solo oggi, grazie alle riflessioni di alcuni ARMiani e all’ultimo “colpo di grazia" da parte di Gigi in una discussione tra noi due, mi sono un pò riaperto alle No Bonus, cominciando a non rifiutarle più ma provare almeno a correrle. Non pensare comunque che con ciò abbia cambiato idea su come la penso sulle No Bonus, soprattutto per il primo aspetto.

TB: Chi è il tuo peggior avversario in pista?
MR: Peggiore peggiore non credo di averne, anche perché quando corro mi capita di avere battaglie un po’ con tutti (per le si bonus). Però tra tutti posso dire che in cima alla lista delle persone da mandare a quel pa….ehm voglio dire, da dare lotta ferrata è certamente Gigi. Oltre al fatto che da quando sono sul forum, le primissime semplici gare online le facevo con lui, con l’andare avanti nel tempo siamo stati sempre avversari in gara, dandocene (e dicendocene ) di tutti i colori . Anche gli altri comunque non sono di meno: Matteoz_91 per i primi tempi, NicoMilan93, AngelS93, arrivando ad oggi con Etneus95, JokeRace7, WheelSmith18, R6 Turbo, A n d r e a, Stefano, e altri della “compagnia di Telegram” (compresi i veterani del forum).

TB: Quali RRN sono le più divertenti?
MR: Quelle in cui accade di tutto e di più. E quindi, quelle con i bonus . In alcune RRN ho riso tantissimo, quando ci lanciamo i peggio bonus e poi parte il commento del player colpito ti lascia sempre una carica che alza anche il livello di competitività in gara. Fortunatamente registro lo schermo di più RRN che posso in modo da avere nella memoria del pc quei momenti indimenticabili. Poi quando ho tempo li monto e li carico su youtube (vedi il Funny Mountage). In generale comunque sono le sì bonus quelle che danno maggiori emozioni, secondo il mio punto di vista

TB: Insieme a Gigi hai creato la Cricca del pomeriggio. Raccontami come ti è venuta in mente e quale è stata la tua esperienza.
MR: La Cricca del Pomeriggio può essere considerata come il catalizzatore che ha prodotto un considerevole aumento di attività online di ARMiani, specialmente nel pomeriggio. Per questo motivo (ed altri ancora) penso che la Cricca sia parte della storia di ARM, seppur condivisa da 5 utenti del forum. Ma andiamo in ordine.
Tutto ebbe inizio poco dopo la mia iscrizione su ARM. Volendo correre online, andai a leggere la guida per il multiplayer. Scorrendo il post, notai che per parlare usavano TeamSpeak: che coincidenza! Difatti già lo stavo usando per parlare con i miei amici nonché compagni di classe per la risoluzione dei problemi di topografia. Così, una volta messo l’indirizzo del canale, ci entrai pensando che qualcuno ci sarebbe stato (così come accadeva negli altri canali di ts a cui venivo indirizzato per parlare con i miei amici). Invece non ci stava nessuno. Rimasto un pò mesto a tale vista, aprìì con un tab il secondo canale di ts dove parlavo con i miei amici. Ad un tratto ecco che sento la frase di ts “User enjoy your channel” ma vedendo che il canale in cui stavo non era entrato nessuno, passai su quello di ARM e lessi il nome dell’utente che era appena entrato: Matteoz_91. Io salutai normalmente, mentre lui, dopo avermi salutato, aggiunse: “Ah, ma allora qualcuno ci sta ancora qui”. Un pò confuso e divertito dall’esclamazione, gli dissi che in realtà io ero iscritto da poco. Così, parlando tra di noi, scoprìì che molto tempo prima ci stava qualche utente che ogni tanto si univa nel pomeriggio (ma si parlava di un sacco di tempo prima), anche perchè pure Teoz era da tempo che non entrava su ts. Fatto sta che alla fine gli chiesi se potevamo corricchiare un pò e lui acconsentì di buon grado. Sfidandoci in qualche tracciato, notai subito la mia goffaggine rispetto a quella di Matteoz (insomma facevo pena ). Alla fine, facendosi una cert’ora, ci siamo salutati al prossimo incontro (dell’indomani). Come primo contatto con un ARMiano ne rimasi contento; anzi, non vedevo l’ora di parlare con molti altri ARMiani (cosa che avvenne con le varie seppur poche RRN che si sono susseguite dopo quell’evento, dato che la sera dopo cena riuscivo a stare davanti al pc poche volte). L’occasione di riuscire a parlare col microfono invece si presentò circa due mesi dopo. Infatti, esattamente dopo due mesi dalla data della mia iscrizione del forum, ecco aggiungersi Gigi al forum, che si fece notare da lì a poco anche su TS. Iniziarono così le prime scorribande a ca-vole-ggio, evolvendosi in RRN con l’aggiunta di NicoMilan93. Mi trovavo davvero bene con loro e giocarci insieme è stato davvero bello . Ogni tanto capitava di fare qualche RRN con altri utenti al posto di Matteoz_91 o talvolta di NicoMilan (più costante di Teoz). Intanto il gruppo si stava formando, raggiungendo il suo apice con l’arrivo di AngelS93, gemello di NicoMilan93. Non ricordo se già dalla seconda o terza RRN con il gruppo al completo provai a trovarci un nome. Fatto sta che inizialmente scelsi “La Combriccola del Pomeriggio” ma dato che mi suonava troppo lungo da leggere, lo cambiai in “La Cricca del Pomeriggio”. Dopo essermi consultato con Gigi, decisi di proporlo anche agli altri e accordatomi il permesso da parte degli altri tre membri del gruppo di poterlo rendere pubblico, iniziai a chiamarci così anche sul forum. Un momento che mi fu di grande impulso nel senso di appartenenza ad ARM. Quegli incontri difatti non erano solo per fare le RRN, bensì erano dei momenti in cui parlavamo tra di noi, ci scambiavamo pareri su Re-Volt, battute (un casino) a seguito dei nostri comportamenti in e fuori Re-Volt e per conoscerci meglio, talvolta anche della nostra vita sociale.
Siamo stati un gruppo molto unito: alle 15:00 c’era l’entrata su ts, i primi commenti e battute, la scelta delle auto, piste, bonus (rarissimamente capitavano le no bonus), il controllo della connessione e alle 15:30 partiva l’RRN. Maaahhh, quanto ce ne siamo dette (di tante belle parole di affettuoso augurio ) per microfono e in chat. Momenti davvero indimenticabili: io che hostavo praticamente sempre (solo in qualche occasione è capitato che non hostassi), NicoMilan93 che segnava sull’RRNetor ogni nostra RRN, Gigi che sapeva solo arrivare primo (no ok, qualche volta anche noi siamo riusciti a batterlo, ma talmente poche volte che non so cosa dire ahahah), AngelS93 che riusciva sempre, dovunque, comunque a levarsi da davanti chi gli capitasse sotto tiro tramite missili, schockwave e chi più ne ha più ne metta, Matteoz_91 che combatteva con tutti in tutte le posizioni, uscendosene a volte con ottimi risultati, a volte un pò malconcio . Da notare che sia Nicola che Angelo, grazie ai molti lag, si sono presi dei titoli Re-Voltistici unici, tra cui il principale: gli SchilagghiTM , nome coniato da Gigi © . In pista se ne vedevano di tutti i colori, anche se l’unico ad avere dei bonus illegali per un pò di tempo sono stato io. Non era difficile infatti trovarmi con stelle random in qualche gara o altro bonus particolarmente utile :gnorri:. E non è finita qui! Infatti, spesso ci intrattenevamo anche oltre quell’ora di RRN per fare Battle e talvolta Toshinden o competizioni con le ultime novità del momento (come le X-Ray, le auto del Captain Adeon: Car War Series e molte altre): anche qui divertimento assicurato .
Verso il settembre-ottobre del 2016 (se non vado errando) Teoz ha dovuto lasciare ARM e Re-Volt per via di faccende in famiglia a noi descritte, per cui dopo un’ultima RRN corsa insieme a lui ci siamo salutati con un grande “Arrivederci!”, speranzosi che un giorno sarebbe tornato a correre con noi.
Spoiler: [ Mostra ]

Qui potremmo chiudere il primo capitolo de La Cricca del Pomeriggio. Infatti, nonostante continuavamo a gareggiare tra noi 4, l’assenza di Matteoz_91 si sentiva spesso in gara, senza contare che il gruppo non aveva più il suo quinto componente. Questo ne è il video celebrativo.
La Cricca continuava a correre, RRN su RRN, talvolta con la presenza (alla Special Guest) di qualche altro utente. Ed è così che giungiamo ai giorni d’oggi, il nuovo capitolo di questo gruppo (più o meno inizio anno 2017) quando sul forum compaiono nuovi utenti già iscritti ma ricomparsi dopo molti anni più altri che erano o poco frequenti o appena iscritti. Grazie all’idea geniale di NicoMilan95 con la creazione di una chat Telegram per organizzare meglio le RRN pomeridiane oltre a quelle serali, si è creata una specie di calamita per tutti coloro che volevano correre spesso. In questo modo, le RRN pomeridiane hanno conosciuto un BOOM esplosivo in tutti i sensi: ogni singolo giorno si correva durante il pomeriggio, talvolta si arrivava a fare 2 RRN pomeridiane fino a raggiungere dei record impressionanti, come quella volta delle 4 RRN in un sol giorno (ovvero 1 prima di pranzo, 1 nel pomeriggio, 1 nel pomeriggio serale e 1 a notte inoltrata).
In questo modo, alcuni ARMiani sono stati parte in maniera inizialmente indiretta ma poi quasi diretta della Cricca, anche se il concetto di Cricca ha poi lasciato il posto a quello di RRN pomeridiane, ovvero Re-Volt Racing Afternoon (come le chiamai la primissima volta sul topic delle RRN), tant’è che ancora oggi, quando mi capitano in alcune RRN di avere dei momenti particolarmente fortùiti, rispondo sempre “Eh ragazzi, ai tempi della Cricca….” :rolled: .
Ringrazio tantissimo la Cricca del Pomeriggio per avermi dato dei bellissimi momenti davvero indimenticabili, per aver gioito, scambiati tante belle parole ( ) e aver corso insieme. Siete grandi!!!
Non mi rimane altro che continuare in questa linea pomeridiana, che ha incrementato notevolmente la presenza di utenti e ARMiani in Alias Re-Volt Master perchè effettivamente così è stato. È per questo motivo che penso che la Cricca sia una parte della storia di ARM e io sono fiero di averne fatto parte (e non solo) .


TB: So che sai repaintare molto bene. Sai solo repaintare o conosci anche il 3D?
MR: Se riesco a repaintare bene è grazie soprattutto alle molte ore passate a repaintare, appunto . La pratica è alla base di una buona riuscita di un progetto e io posso affermare di averne fatta molta ma ne serve sempre ancora per raggiungere un alto grado di perfezione nei particolari, oltreché un formato che sia il più possibile in HD (anche se mi sto evolvendo pian piano su questo campo). Per il 3D ti rispondo subito di sì. No, tranquillo, non intendo Blender . Parlo di AutoCAD 3D, che ho imparato ad usare in quinto superiore. Visto che il professore che ci insegnava durante le 20 ore del corso pomeridiano è un esperto in questo campo, mi sono fatto spiegare se c’era un modo per esportare un progetto da AutoCAD 3D a Blender, ed effettivamente un metodo facile e veloce non esisteva, anzi era assai difficile fare una cosa simile. Più avanti, sentendomi con Lo Scassatore riguardo i formati da usare per creare auto/piste per Re-Volt, sono riuscito a trovare in AutoCAD lo stesso formato su “Salva con nome”. Purtroppo questo procedimento era tipo da far impazzire qualsiasi persona sana di mente, per il semplice fatto che per salvarlo in quella maniera ti dovevi mettere a selezionare ogni singola faccia di ogni singolo solido su AutoCAD per poi collegarli tra loro: un lavoro immane che non avevo nè il tempo nè lo “scervellamento” adatto per farlo. Per cui le mie abilità nel 3D si fermano in AutoCAD 3D. Non è detto che un giorno mi cimenterò anche su Blender (che spero di fare il prima possibile), ma per ora mi accontento di quello che so fare e, di conseguenza, per aiuti nel sistemare le texture di qualche auto (le quali in alcune auto sono state messe con i piedi cit.) devo chiedere a qualche modeler tipo Gigi, Kratos o Lo Scassatore.

TB: Dalle voci che ho sentito, (vedi Gigi ), per repaintare usi il programma Paint. E’ vero?
MR: Ah Ah Ah ma quanto è simpatico quel Gigi (e datti all’ippica ). A dir la verità ho cominciato il mio percorso di repant da Paint, passandoci molto tempo e iniziando a imparare il campo del repaintaggio. Da lì sono passato (nel momento della mia presenza radicata nel forum) a Photoshop, di cui posso dire di esserne un pioniere nel campo di repaintagio di texture per Re-Volt. Difatti, sul forum quasi nessuno lo utilizza se non solo GIMP, Paint.net o cose simili. Passare ad altri programmi mi creerebbe difficoltà, per cui preferisco rimanere su Ps e sviluppare le conoscenze che ho su quel programma. Allo stesso tempo mi sto aggiornando, difatti sto cercando di imparare a utilizzare anche Adobe Illustrator che da quanto ho letto, è molto più preciso e ha una tenuta dell'HD che mette paura grazie alla grafica vettoriale. Vedrò poi cosa riuscirò a fare .

TB: Quanti progetti hai fatto?
MR: Una marea. Più che progetti ho fatto repaint, e a bizzeffe . L’unico mio rammarico è che soltanto ora mi sto concentrando sulla texture in HD, per cui le mie creazioni passate hanno un aspetto meno definito. Nonostante tutto sono riuscito a farle con una certa accortezza per quanto mi era possibile di fare allòra, quindi le considero comunque come ben fatte. Uno dei tanti progetti che spero di fare è di riportare in HD le mie creazioni, anche se per ora è soltanto un pensiero remoto . Inoltre ho tanti altri progetti in attesa che a momenti non so più dove mettere le mani .
Altri progetti che ho fatto sono i video su youtube, la riorganizzazione della pagina del canale di ARM di Youtube, la creazione dei 7 team per il torneo del Formula Ruote Scoperte AI Championship (FRSAI), la creazione di 4 X-Ray aggiuntive, la creazione delle auto per i tornei Captain Adeon: Car War e Transformers: l’Ultima Adeon, Canal Control Series, più altri che in questo momento non mi vengono in mente e me ne scuso (scrivere troppo fa questo effetto ).

TB: Hai mai fatto una collaborazione?
MR: EH! Avoglia quante! Tipo nà metà delle cose che faccio sono collaborative. Per esempio con te per alcuni video di youtube, con Lo Scassatore e Michelangelo per la rifinitura di aspetti estetici (e non solo) dei tornei (ed altro), con Kratos per tutto l’aiuto datomi in molti aspetti del repaint (grazie infinite per questo ), con Gigi per alcuni progetti nonché la rifinitura di alcuni repaint (l’ho fatto impazzire quella volta delle auto del torneo dei Transformers: l’Ultima Adeon ), con TF e con te per altri aspetti. In una frase: Viva la collaborazione! . Allo stesso tempo sono state collab necessarie non solo per diminuire il carico di lavoro degli altri ma anche del mio. Per cui, grazie a tutti quelli citati e quelli non citati (che sicuramente qualcuno mi sarò scordato).

TB: Qual’è il tuo progetto/repaint più bello?
MR: L’apice del mio lavoro di repaintatore è stato sicuramente l’aiuto dato a Lo Scassa nel formare il torneo delle FRSAI. Assolutamente arduo in ogni suo aspetto. Creare 7 team di gara, più il logo del torneo, più alcuni video per l’evento (in collab con te per qualcuno di essi) è stato sicuramente il lavoro più lungo, più gratificante che abbia mai fatto. Devo anche dire che quando Lo Scassatore arriva dicendo che vuole creare un nuovo torneo o nuovi progetti, sono prontissimo ed entusiasta nell’aiutarlo. Però l’FRSAI è stata una vera e propria epopea, il mio più bel progetto collaborativo (seppur principalmente estetico) mai fatto…. fino ad ora .

TB: Hai partecipato a qualche torneo? Quanti ne hai vinti?
MR: Sì, ne ho fatti qualcuno (cito quelli che mi ricordo): ATEF (Arm Track Editor Fight), CCUP (Clockwork Catch Up Parade), PST (Phat Slug Tournament), FRSAI (Formula Ruote Scoperte AI Championship), TVRC Tournament (The Re-Volt Creepypasta Tournament), Serie BRM, ScommettiARMo 2016/2017 - 2017/2018, FormuliARMo 2017 e, forse, altri che non mi vengono in mente (ma mi sembra di averli detti tutti, boh ).
Tra tutti quello che mi piace di più tutt’ora in termini di creatività è l’ATEF. Ho sempre avuto un debole per le piste LEGO create col Track Editor e difatti non vedo sempre l’ora che incominci una nuova edizione per partecipare e creare una pista, con cui confrontarmi con i gusti degli altri partecipanti: insomma un format che mi ha attratto fin da subito.

TB: Hai mai creato qualche torneo?
MR: LOL non proprio. Diciamo più che altro che mi sono limitato a suggerire alcune dritte per la creazione di qualche torneo, ma uno specifico mio non l’ho (ancora) mai fatto, ma spero comunque di farlo (e probabilmente uno ne ho già in mente, just wait ).

TB: Hai fatto anche un’esperienza dal vivo, Il Gioco in Fiera. Raccontami la tua esperienza.
MR: https://www.aliasrevoltmaster.com/f...?p=61600#p61600
A te XD. Visto che mi dilungherei troppo ti reindirizzo a questo post che è quello conclusivo con i miei pareri e impressioni del Gioco in fiera. Una cosa però la ripeto: incontrare degli ARMiani dal vivo è un’esperienza unica, e il momento per salutarli mi è stato commovente. Impossibile non versare qualche lacrima dopo aver passato dei momenti unici con delle persone che ti trovi a parlare sono tramite uno schermo. Unici, mitici, grandi! .

TB: Prima di concludere ho due domande extra, suggeritemi da Gigi e Kratos, da farti. Quanto ti fa arrabbiare Gigi in gara da 1 a 10? Che tipo di repaint ti piace di più fare, quelli ispirati alle corse o cose di fantasia?
MR: Osteria, me cogli impreparato . Allora…
In una scala da uno a 10 direi che Gigi mi fa arrabbiare ad ∞ , qualcosa di davvero sorprendente (ma quanto ci vogliamo bene io e Gigi ). Non a caso lui tiene un foglio con tutte le mie “belle espressioni” a lui rivolte, in modo da non perdersi nulla per ogni momento delle RRN che facciamo.
I repaint che preferisco sono in un certo senso entrambi quelli citati. Difatti, se mi viene in mente qualcosa di creativo, lo metto nero su bianco per poi cercare di riportarla sul gioco. Allo stesso tempo, mi piace molto riprodurre le livree di vetture sportive o tuning o normali, quello che siano, per vederle girare poi su Re-Volt. In entrambi i casi mi piace passarci del tempo per rendere il tutto attrattivo e che colpisca l’occhio, nonostante talvolta è difficile farle accattivanti nel modo giusto, anche se cerco di volta in volta di migliorarmi. Inoltre molto mi aiutano i pareri degli utenti del forum, che siano critici o di un buon lavoro ben fatto, perchè mi danno delle dritte su come fare meglio la volta prossima.
Spero di essere stato esaustivo per entrambi .

TB: Apposto, siamo giunti al termine di questa intervista.
MR: Andate in pace

TB: Saluta i lettori.
MR: Bella regaz, ce se sente ‘ntel forum .

TB: Ci vediamo alla prossima intervista.




Powered by Icy Phoenix